PAROLE A PUNTA O PAROLE TONDE?
FAMIGLIA
Famiglia deriva dal latino Familia, di derivazione osco-umbra famel, che si trasforma in nel
latino fàmul, famiglio, servitore domestico.
Per famiglia quindi si intende il complesso dei famuli, che nell’antica società domestica comprendeva il
gruppo di persone sottoposte alla potestà del padre di famiglia, quindi anche le persone di servizio oltre
che i membri della casa uniti per legame di sangue. In senso più ampio la famiglia è una comunità
umana, diversamente caratterizzata dalle varie situazioni storiche e geografiche, in genere formata da
persone legate tra loro da un rapporto di convivenza, di parentela e di affinità, che costituisce l’elemento
fondamentale di ogni società.
Da un punto di vista sociologico si intende famiglia il gruppo sociale caratterizzato da residenza comune,
cooperazione domestica e mutuo sostegno, si può quindi parlare di famiglia nucleare o elementare se è
costituita esclusivamente da padre, madre e gli eventuali figli; famiglia ristretta quando si tratta di un
nucleo comprendente anche componenti non legati da vincoli di parentela; famiglia estesa, o allargata, o
patriarcale quando racchiude diverse generazioni genealogicamente legate e di solito sottoposta
all’autorità dell’ascendente più anziano, in molte società questo tipo di famiglia costituisce anche un’unità
politica. Si può parlare di famiglia grande quando i componenti non necessariamente hanno una
residenza comune e comprende, oltre alle persone genealogicamente legate, anche altre persone
esterne che partecipano alla vita del gruppo; si parla di famiglia monogamica o poligamica; di famiglia di
fatto quando è formata da una coppia non legata da vincolo matrimoniale in contrapposizione alla
famiglia legittima e molte altre sfumature e dettagli anche di natura giuridica.
Il senso principale della famiglia, però, è chiaro: si tratta di gruppi di persone, non necessariamente
legate da vincoli di sangue, che si danno mutuo soccorso e si sostengono. A volte il gruppo famigliare è
imposto, a volte il gruppo familiare è più ampio e comprende persone che si riconoscono tra pari e
scelgono liberamente di entrare nel gruppo. L’origine stessa della parola è illuminante: si parte dal
famulo, dal servo di casa, per l’Antica Roma la famiglia è esattamente il gruppo di persone che vivono
sotto lo stesso tetto e condividono spazi e risorse, pur con compiti e aspettative diverse.
Chiara Stoppa